La prossima vostra console sarà la Tv!

E Microsoft forse sarà la prima a rilasciare la App grazie al servizio di streaming xCloud

Si perché se pensate ancora che la vostra PlayStation 5 o la Xbox Series X che avete appena ordinato o acquistato rappresenti il prossimo futuro del gaming, beh ritengo personalmente che vi sbagliate di grosso.

Quello rappresenta il meglio  del gaming da console disponibile oggi, un passo in avanti molto grande nella grafica e nella giocabilità ma che in realtà si traduce in qualcosa legato a ciò che siamo abituati ad avere: una macchina in salotto su cui far girare un gioco.

Streaming dei videogiochi per il prossimo futuro?

Ma se i servizi in streaming sono oggi il vero punto di riferimento riferito al mondo della musica, del cinema e delle serie Tv; perché non lo devono essere anche videogiochi?

È proprio su questo terreno che possiamo immagina si giochi il vero prossimo futuro del mondo dei videogiochi. Non solo una console ma un sistema su cui accedere tramite app che sia veramente funzionale.

L’esperienza oggi messa a disposizione da GeForce Now di Nvidia e  Stadia di Google è un percorso attivo ed efficace verso questo punto.

Microsoft con xCloud sta spingendo oltre questo paradigma aggiungendo alla possibilità di streaming offerta anche dalle altre piattaforme la possibilità di sottoscrizione di un abbonamento flat che possa essere usato per giocare gratis a decine di titoli.

Il tempo forse ci darà risposte migliori di quelle che possiamo avere anche se i principali  ostacoli legati alla qualità della connessione ad Internet lato utente finale, e capacità di computazione lato fornitore sembrano assottigliarsi sempre di più.

Una soluzione per ogni tipo di giocatore

A questo punto possiamo immaginare un futuro fatto da diverse tipologie di utenti in cui troviamo i casual gamer che usano il proprio device mobile per giocare e sfruttano il cloud per allineare i propri dati e progressi, i giocatori più incalliti che usano il cloud per accedere ai propri giochi in continuità e da diverse piattaforme, e per finire lo zoccolo duro dei giocatori più appassionati che sfruttano console potenti e computer super attrezzati per vivere l’esperienza migliore possibile.

Una rivoluzione del concetto di gioco che permette di classificare gli utenti a seconda dell’interesse e non solo della “macchina” utilizzata. Una rivoluzione!