Xiaomi finalmente ha deciso di arrivare anche in Italia e lo fanno solo attraverso l’apertura del sito ufficiale italiano ma soprattutto con l’apertura di un nuovo negozio fisico.

Dal 26 maggio 2018 nel centro commerciale di Arese vicino a Milano, ad oggi il più grande d’Europa, apre il nuovo negozio del produttore di tecnologia tra i più importanti al mondo. Un negozio con un marchio ben specifico, Mi Store, per tutta una serie di dispositivi messi a disposizione della clientela con il classico marchio Mi.

Xiaomi produce e vende tecnologia e non solo smartphone perché diversamente da quanto annunciato anche da molti giornali esso è molto di più di un produttore di telefoni ma è soprattutto un’azienda capace di produrre accessori di tecnologia che abbracciano diversi aspetti.

Un produttore che basa la sua fortuna sul fatto di offrire prodotti di alta qualità ad un prezzo molto competitivo basando il business non solo sulla vendita della app ma anche dai servizi in esso associati.

L’arrivo di Xiaomi in Italia è uno scossone per l’industria tanto quanto lo è stato per l’arrivo di Huawei.

Chi come me è appassionato di tecnologia avrà avuto modo di constatare che già nei negozi Mediaworld la presenza di Xiaomi ha cominciato ad intravedersi, seppure in maniera timida e con pochi smartphone. L’arrivo del negozio ufficiale è invece la punta di un iceberg di una manovra pianificata da tempo dal produttore cinese con l’intento di dei propri prodotti e servizi.

Xiaomi nel prossimo futuro sarà un nome tra i più importanti tra quelli che anche l’italiano medio poco appassionato di tecnologia avrà modo di conoscere e soprattutto di apprezzare