Una connessione VPN offre innumerevoli vantaggi, dal poter navigare nella -quasi- totale discrezione (a tal proposito, consigliamo caldamente di badare bene a quale VPN scegliere per la vostra navigazione) alla possibilità di uscire fuori dai confini della rete nazionale per poter usufruire di servizi esteri come se si stesse navigando dalla nazione prescelta.

Ma la domanda sorge spontanea: “Se nulla ci viene regalato, come installo una funzionalità così portentosa sul mio computer?”

Se pensate che un mezzo di navigazione così “top secret” necessiti delle competenze di un hacker di prima scelta per arrivare sul vostro laptop, siamo lieti di dirvi che vi sbagliate di grosso. Infatti, non solo una VPN è utilizzabile senza grandi sforzi, ma se avete un sistema operativo Android, sarete ancor più facilitati.

VPN ed Android

Il sistema operativo Android è quasi totalmente open source, il che significa che consente l’installazione e l’utilizzo di programmi che non sono da esso forniti senza la necessità di installare una app che faccia da “mediatore” e vi consenta di usufruirne se avete un sistema a codice sorgente chiuso come iOS di Apple.

Tornando all’argomento VPN, tale caratteristica vi consentirà, dunque, di installare direttamente quella che preferite senza aver bisogno di procurarvi un programma apposito perché la VPN possa effettivamente funzionare.

La scelta della VPN da installare

Ci sono numerose VPN a cui possiamo accedere nel modo più facile ed intuitivo che ci sia: da Google play store, con un semplice click, come se stessimo scaricando una qualunque applicazione per cellulare. Consigliamo sempre di informarsi sui servizi facilmente reperibili sullo store: alcuni potrebbero non essere totalmente sicuri dal punto di vista della garanzia dell’anonimato. Ciò vale soprattutto se la VPN in questione è gratuita; in questo caso, ahinoi, è vero: nulla ci viene regalato, nemmeno l’anonimato totale. Se la privacy nel vostro caso è questione di vita o di morte, valutate bene se affidarvi a un servizio gratuito o se la sicurezza valga un po’ del vostro denaro.

Tuttavia, se a seguito di una lunga ricerca credete di aver trovato proprio ciò che fa al caso vostro o non è essenziale restare anonimi al 100%,  andate sulla pagina prescelta dello store e installate il servizio VPN per Android. Una volta compiuta questa operazione, il resto della procedura da svolgere si limiterà a un paio di click o tocchi sullo schermo. Basterà aprire la app della VPN, accettare la richiesta di accesso al dispositivo e il gioco sarà fatto. In alto a destra, nella zona in cui sono posizionate le icone per la batteria e la connessione di rete, dovrebbe apparirne una a forma di chiave o con la scritta “VPN”. Fintanto che quella chiave sarà presente, saremo certi di star navigando su rete privata. Dalla app, ci basterà scegliere il server a cui connetterci e il gioco sarà fatto.

Usare una VPN senza bisogno di app

Nel caso in cui non si voglia usare un’applicazione o semplicemente i servizi più soddisfacenti in circolazione non ne abbiano una che possiamo installare, esiste una seconda via per poter usare una VPN su dispositivo Android, e passa niente meno che dalle impostazioni del nostro cellulare. Dopo esservi recati sul sito del provider ed essersi registrati per ottenere un abbonamento alla VPN prescelta, o un account gratuito, sarà sufficiente andare sulla schermata impostazioni.  Di qui, dovrete seguire i seguenti passaggi.

  • Andare alla voce “connessione ad internet” (ha nomi diversi in base al dispositivo, ma dovreste trovarla così o con “Wireless e network”);
  • Scorrere in basso e selezionare l’opzione “altre impostazioni di rete”;
  • Scegliere “VPN” dalle opzioni.

A questo punto, verrete indirizzati a una schermata con l’elenco di tutte le connessioni VPN configurate sul dispositivo e disponibili per l’uso -presumibilmente, la schermata dovrebbe apparire vuota. Sarà presente l’opzione “aggiungi VPN”. Selezionandola, comparirà una schermata dove poter inserire i dati della VPN -tranquilli, di solito sono facilmente accessibili dal sito del provider della VPN stessa. A questo punto non vi resterà altro da fare che inserire questi dati per configurare la VPN, che potrete poi selezionare dall’elenco per connettervi ad essa e navigare tranquillamente. Il simbolo della chiave, anche in questo caso, dovrebbe essere presente per tutta la sessione di navigazione, consentendovi di utilizzare internet in modo sicuro.