image

Tornando a parlare di mobilità del MWC 2016 e pensando al nuovo smartphone Huawei P9 di prossima presentazione quello che sembra delinarsi è un futuro fatto di smartphone con integrata la doppia fotocamera. Naturalmente non sto parlando di fotocamera anteriore e posteriore ma proprio di apparati ottici posizionati nella parte posteriore del device.

Quello che per molti è sembrato poco di più di un esperimento di HTC quando circa 2 anni fa presentava il proprio smartphone con due fotocamere sembra oggi essere ripreso da altri produttori, Huawei come detto ed Lg con il suo G5

La necessità hardware di integrazione di una doppia fotocamera nasce dall’esigenza di permettere una profondità di campo altrimenti impossibile con singoli gruppi ottici ridotti nelle dimensioni e nello spessore. Avere due fotocamere crea il vantaggio di puntare i soggetti con fuoco diverso così da avere immagini acquisite dello stesso ritratto ma con posizioni ottiche diverse. Le stesse vengono poi sapientemente miscelate così da creare un effetto quanto più simile alle reflex.

Uno stratagemma che per il momento sembra essere adottato solo da una piccola parte di produttori ma che nel prossimo periodo potrebbe interessare tutta l’industria.

Sarà questo il futuro della fotografia legata al mondo degli smartphone?

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn