quandoo

Torino, da sempre una città ad alto fascino e dalle contraddizioni importanti, dove alle più antiche tradizioni si mescolano le avanguardie musicali, del design e delle arti. Non fa eccezione l’ambito culinario, tipico esempio in cui storia e innovazione si fondono sapientemente. Quandoo, il servizio online di prenotazione ristoranti a più rapida crescita in Europa e Asia, ha indagato quali sono le nuove frontiere della ristorazione nel capoluogo piemontese riscontrando interessanti evidenze in termini di preferenze e abitudini dei torinesi, nonché sui loro comportamenti sul web.

In primis, le prenotazioni online dei ristoranti sono un fenomeno in grande crescita. Ad essere maggiormente connesso è l’universo femminile, che si aggiudica la pole position con una percentuale del 56,42% rispetto ai “marziani” uomini (43,58%). Altro dato che emerge nettamente è che la mobilità sta decisamente prendendo il sopravvento: quasi la metà delle prenotazioni online di un ristorante avvengono attraverso smartphone o tablet, secondo quanto registrato da Quandoo. I giorni in cui i torinesi prendono maggiormente l’iniziativa e prenotano un ristorante online sono quelli del fine settimane e sulla scelta della cucina c’è ancora una forte dicotomia: cucina tradizionale contro il più esotico sushi o la cucina etnica in generale.

Ma le novità non finiscono e Torino riserva anche tanti nuovi locali dove potersi concedere una pausa e, perché no, una buona lettura. Occasione ideale in questi giorni che la città sarà protagonista del XXIX Salone Internazionale del Libro che richiama tanti visitatori locali, nazionali ed internazionali.

Un esempio è La Bottega Aperta, il luogo ideale per passare delle giornate e delle serate rilassandosi. Dalla sala giochi, ai libri in prestito fino a concerti, mostre, serate a tema, il tutto condito con le specialità della casa. Per gli amanti della lettura un’altra tappa obbligata si trova in pieno centro, presso La Maison de Marie Garibaldi, dove è possibile dedicarsi al book-crossing e si può vivere l’esperienza della tipica merenda sinoira. Da Neko Cafè, invece, troveranno ristoro tutti coloro che amano i gatti e desiderano dedicarsi una pausa di relax, perché no con un buon libro. È, infatti, il primo cat-cafè di Torino dove, accanto ai tipici piatti della cucina piemontese, trovano spazio i sette simpatici gatti co-proprietari del locale.

Le città italiane sono sempre più ricche di interessanti e sfiziosi locali da provare. Avere la possibilità di decidere, anche all’ultimo, e prenotare in tempo reale oggi è possibile grazie alla app di Quandoo. Basta semplicemente selezionare il locale e cliccare” afferma Andrea Favarato, Vice President Southern Europe di Quandoo. “Viviamo di corsa e poter beneficiare del benessere di un pranzo o una cena fuori eliminando anche lo stress della prenotazione rende l’esperienza dell’uscita ancora più memorabile. E quando in città ci sono eventi di gran richiamo disporre di una app che agevola qualsiasi prenotazione è un deciso valore aggiunto. Torino, con i suoi oltre 300 ristoranti affiliati, si sta dimostrando una città molto evoluta e connessa dove abbiamo grandi prospettive di crescita” conclude Favarato.

Per ulteriori informazioni sui ristoranti torinesi selezionati per la settimana del Salone Internazionale del Libro cliccare qui:  https://www.quandoo.it/torino/collections/salone-del-libro?TC=IT_IT_CRM__&utm_source=newsletter&utm_medium=email&utm_content=button_text_stand_alone&utm_campaign=IT_IT_CRM__

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn