Marauders Maps

Il mondo dei social network è oggi sempre più invasivo non solo durante il loro utilizzo ma anche attraverso il semplice fatto dell’essere iscritti. Strumenti bellissimi, facili da usare e potenti ma che nascondono qualche volta dei bug che a piacere possono essere utilizzati da curiosi e da malintenzionati

Le ultime ci dicono che Facebook Messenger, l’applicazione di messaggistica istantanea del social network numero uno al mondo, è afflitta da un bug per cui è oggi possibile usare le chat con i propri amici per costruire una mappa dettagliata degli spostamenti effettuati dal contatto con cui ci siamo scambiati i messaggi.

Durante le chat attraverso Facebook Messenger vengono raccolte molte più informazioni di quelle che molti credono arrivando ad essere un vero e proprio database non solo di messaggi scambiati ma anche di posizioni acquisite nel momento in cui si invia ogni singolo messaggio. Questi preziosi dati che dovrebbero rimanere nascosti sono a quanto pare utilizzabili grazie a particolari applicazioni che circolano da poco sul web.

In particolare una estensione chiamata The Marauders Map ovvero la Mappa del Malandrino (citazione di Harry Potter) studiata per Google Chrome permette di visualizzare su una mappa dettagliata tutti gli spostamenti effettuati dai propri amici di chat presenti su Facebook Messenger. Un sistema che sfrutta ogni singolo dato lasciato da ogni messaggio inviato così da essere organizzato ed aggregato in modo da pianificare un itinerario da mostrare su una mappa interattiva

Maps Facebook Messenger

Come ottimamente dimostrato è possibile ricostruire tutte gli spostamenti dei propri amici sfruttando proprio il database dei messaggi di Facebook generando una mappa visibile e consultabile con una precisione accurata che offre non solo uno storico sulle diverse posizioni ma anche generando un percorso degli spostamenti.

L’estensione di chrome che sfrutta tutto questo si basa sul fatto che gli utenti normalmente lasciano attivo il servizio di localizzazione ad ogni messaggio inviato durante le chat di Facebook Messenger e dall’altra parte utilizza un bug interno che al momento lascia aperta la porta ad una applicazione esterna per rilevare le posizioni.

Al momento l’estensione risulta tra le più scaricate sul web (disponibile solo tramite computer e browser chrome) anche se crediamo che una soluzione da parte di Facebook non tarderà ad arrivare

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn