jqualcomm.png

Qualcomm Technologies potenzia la piattaforma di localizzazione leader di settore per smartphone, computing, automotive, telematica e IoT supportando i satelliti Galileo, in aggiunta a GPS, GLONASS, BeiDou, QZSS e SBAS

Qualcomm Technologies, Inc., sussidiaria di Qualcomm Incorporated (NASDAQ: QCOM), ha annunciato oggi l’ampio supporto all’interno del proprio portfolio prodotti del sistema di navigazione satellitare globale (GNSS) Galileo. Sebbene Qualcomm Technologies abbia iniziato a implementare il supporto hardware per Galileo all’interno di alcuni chipset già diversi anni fa, questo annuncio segna il lancio della prima piattaforma di servizi di localizzazione end-to-end davvero pervasiva del settore mobile pensata per applicazioni nell’ambito di smartphone, computing, infotainment, telematica e IoT.     

Grazie alle ottimizzazioni software apportate, la piattaforma di servizi di localizzazione Qualcomm® IZat ora utilizza un gruppo di satelliti che può arrivare fino a sei senza la necessità di aumentare i requisiti hardware o i costi del dispositivo. Gli utenti possono beneficiare di oltre 80 satelliti diversi nel calcolo della posizione durante la navigazione o per applicazioni location-based. L’aggiunta di un altro GNSS è volto a offrire risultati di localizzazione time-to-first-fix più accurati e veloci e migliore robustezza in tutto il mondo, in particolare in ambienti urbani complessi dove la combinazione di strade strette e palazzi alti può ridurre l’accuratezza.   

“Una localizzazione accurata, affidabile e veloce è un elemento fondamentale dell’esperienza mobile” dichiara Alex Katouzian, senior vice president, product management, Qualcomm Technologies, Inc. “Qualcomm Technologies è impegnata a migliorare l’esperienza dei consumatori con i servizi location-based aggiungendo il supporto a Galileo alla piattaforma di localizzazione IZat e implementandola ampiamente nell’ambito del portfolio di modem e processori dell’azienda.”

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn