20160613_224757

Se esiste un Social dedicato al mondo professionale e delle imprese questo è certamente LinkedIn. Se esiste una società di software sempre di più proiettata ai servizi per le imprese questa è certamente Microsoft.

La conseguenza è quella che possiamo chiamare come convergenza. La convergenza dalle parti della Silicon Valley (e dintorni) è sinonimo di acquisizione. Dunque, in sostanza, Microsoft acquista LinkedIn e si proietta con forza nel mondo del social professionale.
Una operazione che ha visto visto protagonisti non solo i due player ma anche la sostanza di una operazione da 26.2 miliardi di dollari (tra le maggiori mai realizzate da Microsoft) che va a colmare un vuoto di presenza online nelle attività social dedicati alle imprese che può essere completato proprio con l’inserimento del Social Network nel paniere delle aziende incorporate dal colosso di Redmond.
Dalle parti di Seattle e di Mountain View assicurano che le cose rimarranno come prima ovvero totale autonomia per LinkedIn che riguarda brand, cultura ed indipendenza.
Se tutto rimmarrà come prima C’è ora da capire bene come verrà inserito il social nell’universo Microsoft. Probabile un collegamento nel mondo Office, un arma affilata in più a disposizione dell’offerta professionale e per le aziende. Il vero mercato e soprattutto il futuro dell’azienda di Seattle.
Per Nadella, CEO di Microsoft, non ci sono dubbi circa la prospettiva di una trasformazione dell’azienda in una società di servizi per le aziende: vero obiettivo dei prossimi anni. Avere a disposizione profili e risorse di professionisti e lavoratori é un “must” che non poteva farsi scappare.

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn