instagram_modae

C’era una volta la moda o per meglio dire l’alta moda a cui tutti si ispiravano come modello di stile e come evoluzione sociale e tecnologica nel mondo dei vestiti. Una realtà incasellata in uno schema fisso fatto di presentazione dei capi all’interno di passerelle organizzate in settimane dedicate alla moda in cui tutte le case promuovevano al mondo le proprie idee. Non contemporanee ma eseguite molto prima dell’effettiva vendita con l’unica (e affascinante caratteristica) di essere sempre organizzate sfalsate rispetto alla stagione in corso.

Chi di noi non è mai stato in qualche modo attratto da questo modo di vedere le cose in cui d’estate si possono ammirare capi decisamente più “importanti” e, viceversa, d’inverno l’occhio ricade su abbigliamenti più leggeri, rivolti verso al futuro, verso la stagione successiva o addirittura verso anni a venire.

Una situazione che risiede nella non sempre espressa necessità da parte delle case di moda di produrre fisicamente i vesti, scommettendo su tanti capi ritenuti “prototipi” e mandando in produzione solo quelli che effettivamente hanno la capacità di attrarre l’attenzione dei potenziali clienti.

Oggi in un mondo sempre di più legato ai Social Network queste verità cosi assolute sembrano svanire sotto gli scatti fotografici di appassionati e appassionate, di aziende e di produttori. Persone e societa sempre piu legate attraverso il web ed attraverso Instagram.

Una sete di design e di moda che oggi aziende dalla produttività meno legate all’alto livello possono offrire con più facilità con la conseguente capacita di esporsi in questo mercato competitivo con più velocità ed immediatezza arrivando sul mercato prima, battendo quindi i marchi più blasonati, e diventando in ogni caso un punto di riferimento.

Instagram, soprattutto, ma anche Pinterest o Facebook sono un canale importantissimo anche per la moda, comprendendo anche la più inarrivabile alta moda, e per questo motivo entrano di diritto nei canali ufficiali di presentazione dei prodotti, diventano parte integrante della nuova produzione, che obbligatoriamente, deve slegarsi dalle vecchie logiche per abbracciare la rivoluzione social, accorciando i tempi, per rimanere protagoniste.

Il social é obbligo che oggi abbraccia chiunque fa moda, produce e vende nel mondo fashion, con i suoi limiti ed i suoi vantaggi. tutti da cogliere

 

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn