Google Assistant è l’assistente virtuale in stile Siri costruito attorno anche ad un device da tenere comodamente in casa, in cucina o in salotto (qualcuno ha detto Amazon Echo?). Fresco di debutto da qualche mese è ora disponibile solo negli USA ma con un prossimo arrivo in altri mercati, tra cui, speriamo, l’Italia.

Uno strumento hardware e software che crea un ecosistema a cui Google crede molto andando ad ampliare le possibilità che può ricoprire l’assistente nella vita degli utenti, durante tutto l’arco della giornata.

La sua evoluzione raggiunge oggi un nuovo step grazie al fatto che da poco Google ha pensato bene di integrare funzioni di personal shopper.

Google Assistant apre ad una nuova forma di business

La nuova caratteristica integrata permette a Google Assistant di effettuare acquisti diretti, su richiesta dell’utente, collegandosi automaticamente a tutti gli esercizi convenzionati: Google Express, Costco, Whole Foods Market, Walgreens, PetSmart, Bed Bath & Beyond e tanti altri tra rivenditori nazionali e locali.

Una novità che forse non possiamo definire epocale ma che probabilmente getta le basi nell’evoluzione dell’ecommerce verso un sistema di acquisto prodotti effettuato in maniera automatica e non solo.

È infatti facile pensare come in un prossimo futuro gli acquisti possano essere effettuati in autonomia dall’assistente virtuale creando così nuovi spazi non solo tecnologici ma anche commerciali.

I vari esercizi commerciali potranno avviare campagne pubblicitarie per farsi conoscere non solo con comunicazione diretta verso l’utente ma anche attraverso una comunicazione diretta con Google Assistant e con tutti gli altri tipi di assistenti che si verranno a creare.

È dunque in arrivo un futuro fatto si acquisti non consapevoli per l’utente ed effettuati in fiducia da assistenti virtuali dedicati?

Se il bisogno nasce dall’utente è probabile che in futuro la scelta sarà effettuata dai sistemi intelligenti. Il mondo del Digital Personal Shopper è solo iniziato. La rivoluzione sembra prossima. Ne vedremo delle belle.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn