image

C’era una volta la pizza da asporto tanto buona quanto assai per cosi dire superata. Superata da un mondo che in qualche modo sta coinvolgendo anche noi Italiani ovvero quella dell’asporto.

Se prima ordinare una pizza era quasi l’unica soluzione disponibile per gustarsi un pranzo da ristorante a casa, oggi la situazione si è fatta meritatamente più complicata e per certi versi più divertente.

Da una parte non solo Cinese e Sushi ma anche piatti preparati da ristoranti che vengono consegnati a casa con precisione e velocità.
Dall’altra parte gli utenti che si affidano alle sempre più presenti applicazioni che permettono di mettere in contatto i ristoratori facendo in modo di creare l’ordine ed il pagamento con pochi passaggi di dita (o di mouse).

Oggi questo mondo fatto di piatti già pronti subisce una ulteriore evoluzione perchè passa attraverso quelli che vengono chiamati i Meal Box, ovvero veri e propri kit contenenti tutto il necessario per creare in casa il piatto del ristorante, con le proprie mani, con la propria cucina.

Mutuando dall’idea della pizza in scatola da amalgamare e preparare a casa, questi nuovi kit sono un vero e proprio contenitore di ingredienti già pronti e dosati cosi da rendere facile ricreare il piatto voluto.
Tutto semplice ed efficace grazie ancora una volta all’applicazione che ci permette di seguire passo dopo passo le fasi di preparazione cosi da ottenere il piatto più prelibato possibile.

Di Meal Box però non sono da considerarsi contenitori di ingredienti provenienti da produttori industrializzati ma vere e proprie “scatole magiche” create anche da chef stellati dove vengono riproposti i piatti dei ristoranti più famosi.

Largo quindi ai kit creati appositamente per il proprio palato e per il gusto di dire “l’ho fatto anche io” non solo seguendo le ricette proposte ma, soprattutto, utilizzando gli ingredienti già selezionati alla fonte. Magari impacchettati e trattati per essere mantenuti con la giusta freschezza.

Un esercizio di stile e di divertimento che permette a tutti di diventare degli chef, a casa propria, con il proprio fornello.

Un vantaggio non solo per l’utente finale ma anche per lo chef e per il ristorante che in questo modo posso avere un duplice vantaggio: farsi conoscere e guadagnare sul piatto proposto poiché il kit viene creato e gestito direttamente da chi propone la ricetta.

E voi siete pronti alla nuova rivoluzione della cena a domicilio?

(Nell’immagine faceat startup italiana dedicata al mondo dei kit per cucinare da casa)

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn